Ampliamento Offerta Formativa - Liceo Classico G.C. Tacito di Terni

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Ampliamento Offerta Formativa

Attività e Progetti > Progetti


PROGETTI DI AMPLIAMENTO DELL’OFFERTA FORMATIVA



A) Progetto certificazioni linguistiche(Referente: Paola Ferri/Rita Cardarelli)

Presso il nostro Liceo vengono istituiti dei in preparazione alle seguenti certificazioni esterne della of Cambridge per la lingua inglese e del per la lingua francese:
• PET (English Test, corrispondente al livello B1 del Quadro di Riferimento Europeo delle Lingue);
• FCE (Certificate of English, corrispondente al livello B2 del Quadro di Riferimento Europeo delle Lingue);
• CAE (of Advanced English, corrispondente al livello C1 del Quadro di Riferimento Europeo delle Lingue);
• DELF (d'études en langue française,corrispondente al livello B1 del Quadro di Riferimento Europeo delle Lingue);
• DELF(Diplome d'études en langue française,corrispondente al livello B2 del Quadro di Riferimento Europeo delle Lingue);
. DALF(approfondi de langue française,corrispondente al livello C1 delQuadro di Riferimento Europeo delle Lingue).

I corsi sono mirati a potenziare e sviluppare le strutture grammaticali e lessicali richieste dalle certificazioni e a rendere gli studenti competenti riguardo alle tecniche specifiche necessarie per poter efficacemente sostenere le diverse tipologie di esame.
Contestualmente sono potenziate, adeguatamente per ciascun livello, le competenze linguistiche nelle quattro abilità certificate dall'esame: comprensione orale e scritta, produzione orale e scritta.

             B) Centro Sportivo Scolastico  (Referente: Roberto    Gorietti)

Lo sport è uno strumento tra i più efficaci per la crescita psicologica, emotiva, sociale, oltre che fisica degli alunni. In virtù di questa forte valenza educativa della pratica sportiva, è stato realizzato un programma didattico-sportivo che ha carattere di continuità nel corso dell'anno scolastico. attività offerte alla fruizione degli studenti sono sia corsi di avviamento alla pratica sportiva di alcune discipline, individuali e di squadra, sia sedute di allenamento finalizzate a garantire un'adeguata preparazione agonistica, idonea ad affrontare le competizioni previste dai Giochi Sportivi Studenteschi. Corsi di avviamento alla pratica sportiva vertono sulle seguenti discipline: badminton, pallavolo, pallacanestro, atletica leggera. preparazione alle attività agonistiche riguarderà le seguenti discipline, per le quali il nostro Liceo partecipa ai Giochi Sportivi Studenteschi:, badminton, pallacanestro, pallavolo, calcio a 5. Per lo sci alpino, pur aderendo alle attività agonistiche, non è prevista preparazione.
Sono attivati, inoltre, i Campionati di Istituto di badminton e pallavolo. In linea con la riorganizzazione delle attività di educazione motoria, fisica e sportiva prevista dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, questo Liceo ha istituito un Centro Sportivo Scolastico, finalizzato all'organizzazione delle Attività Complementari di Ed. fisica. Dall'a.s. 2014/15 sono inoltre attivati i progetti “ FLAG” ( 10 lezioni di football internazionale per le classi ginnasiali e prime liceali) e l'assistenza allo studio della Federazione Italiana di Scherma.

C)Attivitàalternative all'insegnamento della Religione Cattolica

Il Liceo Classico “G. C. Tacito”, in ottemperanza a quanto previsto dalle norme in materia, offre agli studenti che intendono avvalersi delle attività alternative all'Insegnamento della religione cattolica la possibilità di scegliere fra diverse opzioni tematiche nell'ambito di “Cittadinanza e costituzione” ( diritti umani, educazione alla salute, scrittura creativa ecc.)opzioni sono state pensate sia per garantire ai ragazzi una scelta che rispondesse ai loro interessi personali, sia per rispettare il criterio della valenza educativa delle attività proposte. richiesto o suggerito dalle norme, si tratta, infatti, di offrire ai ragazzi la possibilità di svolgere attività non direttamente identificabili come attività disciplinari ma comunque di forte valenza formativa, in coerenza con le finalità e gli obiettivi della scuola. tre percorsi prevedono 33 ore annue con la presenza di un docente. prevede la valutazione finale degli studenti anche ai fini dell'attribuzione del credito scolastico.

D) Piano Lauree Scientifiche (Referente: Anna Maria Landini)

Il Piano Lauree Scientifiche (PLS), frutto della collaborazione del Ministero dell'Università e dell'Istruzione, della Conferenza Nazionale dei Presidi di Scienze e Tecnologie e di Confindustria, è nato nel 2004 con la motivazione iniziale di incrementare il numero di iscritti ai corsi di laurea in Chimica, Fisica, Matematica e Scienza dei materiali. La positività dei risultati raggiunti ha permesso il rifinanziamento del Piano per il biennio 2010/2012, prolungato poi al 2012/13, 2013/14 e 2014/15.'obiettivo primario del “Piano Lauree Scientifiche” è la realizzazione di laboratori di orientamento per le discipline scientifiche e di formazione degli insegnanti di materie scientifiche secondo le Linee guida fornite dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca. In particolare: “mantenere le à di orientamento, anche indicate dal decreto legislativo 14 gennaio 2008, n.21 […]; offrire agli studenti degli ultimi anni delle scuole superiori opportunità di conoscere temi, problemi e procedimenti caratteristici dei saperi (scientifici), anche in relazione ai settori del lavoro e delle professioni, al fine di individuare interessi e disposizioni specifiche e fare scelte consapevoli in relazione a un proprio progetto personale; mettere in grado gli studenti degli ultimi anni delle scuole superiori di autovalutarsi, verificare e consolidare le proprie conoscenze in relazione alla preparazione richiesta per i diversi corsi di laurea (scientifici), come indicato nell'art.6 del D.M. n. 270/2004 e nell'art.2 del D.Lgs. n. 21/2008 […]; perfezionare le conoscenze disciplinari e interdisciplinari degli insegnanti e la loro capacità di interessare e motivare gli allievi nell'apprendimento delle materie scientifiche, nonché di sostenerli nel processo di orientamento pre-universitario”.
Il Liceo Classico intende favorire lo sviluppo di vocazioni e promuovere l'avvicinamento alla Chimica mediante l'adesione al Progetto.

Chimica

Le attività per l'anno 2014/2015 prevedono l'attivazione di un Laboratorio PLS articolato in tre fasi distinte:
la coprogettazione degli esperimenti fra gli insegnanti referenti e il docente universitario responsabile e la realizzazione da parte degli insegnanti degli esperimenti scelti sotto la guida del docente presso un laboratorio universitario;
la ripetizione degli esperimenti da parte degli insegnanti agli studenti del proprio Istituto, con un referente per ogni gruppo di 10-15 ragazzi;
la prova di valutazione finale di ogni studente, sia sul contenuto del laboratorio che come addestramento alle prove di verifica delle conoscenze necessarie per l'accesso ai corsi universitari. fine delle attività tutti gli studenti che avranno superato la prova finale riceveranno un attestato di merito che li esenta da 2 crediti universitari, qualora si iscrivano al Corso di Laurea in Chimica a Perugia, mentre gli insegnanti riceveranno a loro volta un attestato di partecipazione valido come corso di aggiornamento.

E) Viva la scienza! (Referenti: Anna Maria Landini e Lauretta Storani)

La Confapi Terni ha proposto il Progetto “Viva la scienza”che è stato finanziato dalla Regione Umbria per promuovere la collaborazione tra la formazione e l'ambiente del lavoro e delle imprese.progetto, realizzato da Api Servizi srl in collaborazione con il Liceo Classico, intende contribuire fattivamente al superamento di visioni limitate o stereotipate rispetto alle caratteristiche, alle condizioni di accessibilità e agli sbocchi professionali dei percorsi di istruzione e formazione di tipo scientifico, rafforzando conoscenze, atteggiamenti e stili di pensiero propedeutici all'ingresso in tali percorsi e alla loro possibile scelta da parte dei giovani.progetto è destinato a 40 alunni che svolgeranno attività laboratori ali divisi in due classi. Le attività si svilupperanno presso il Liceo Classico in orario pomeridiano e riguarderanno: gare di matematica, laboratorio di chimica, laboratorio di fisica, laboratorio di scienza e tecnologia dei materiali (attività che verrà svolta presso i laboratori della Facoltà di Ingegneria a Pentima) condotte da docenti universitari e/o esperti di settore provenienti da imprese tipo Novamont o Green Tales. Le attività laboratoriali saranno precedute e seguite da incontri in cui si rifletterà sulla percezione e sull'insegnamento delle materie scientifiche anche in presenza dei docenti e dei genitori.



D) Giornale d'Istituto (referente Prof. ssa Maria Rita Chiassai)

Il giornalino d'Istituto, che dall'anno scolastico 2010/11 ha assunto la denominazione “Tacita Vox”, è stato e rimane un'utile palestra per gli alunni che vogliano potenziare le proprie capacità di analisi e di comprensione della realtà (scolastica, locale, nazionale, internazionale) ed esprimere il proprio punto di vista in modo argomentato e documentato. La redazione, costituita da alunni sia del ginnasio che del liceo, riesce ad assicurare la pubblicazione di almeno tre numeri l'anno. L'inserto denominato “Calliope” accoglie testi narrativi e poetici.riunioni di redazione, svolte in collaborazione con la dott.ssa Simona Maggi, giornalista professionista e coordinate da vari insegnanti di lettere, diventano l'occasione per l'espressione libera e responsabile delle opinioni e per la mediazione critica tra posizioni ed esigenze diverse, acquisendo una forte valenza formativa.

Collaborazione al mensile “La Pagina” (Referente: Marisa D'Ulizia)
La collaborazione al mensile “La Pagina”, diretto da Giampiero Raspetti, consente al Liceo di disporre di un'efficace “vetrina” attraverso la quale far conoscere alla città alcune delle attività più significative del percorso di formazione degli studenti: dal corso sul Novecento, alle iniziative assunte per la celebrazione dei 150 anni dell'Unità, alle attività svolte in collaborazione con l'A.I.C.C. - Delegazione di Terni, ai Progetti didattici più significativi. Nelle pagine centrali vengono pubblicati infatti i lavori migliori dei ragazzi coinvolti, con una breve introduzione delle insegnanti che coordinano tale collaborazione.
“Il Quotidiano in classe”( Referente : Annarita Bregliozzi)
All' iniziativa, promossa dall'Osservatorio Permanente Giovani Editori, il Liceo Classico partecipa con quattro classi per la pregnante valenza didattica, culturale e civile del progetto.La lettura del quotidiano in classe rappresenta infatti una preziosa opportunità per una conoscenza ragionata e critica della contemporaneità, fondamento indispensabile per acquisire una attiva e consapevole, e per apprendere le della scrittura giornalisticala cui tipologia è peraltro stata introdotta da tempo nella prima prova scritta degli Esami di Stato.
L'attività che tradizionalmente si svolge in aula oppure on line nella analisi e nel commento dei vari testi giornalistici, decodificandone la struttura, e  nella produzione di articoli di cronaca e di articoli di opinione, nel corrente anno scolastico si arricchisce grazie alla partecipazione al concorso on-line e al Convegno “ Crescere tra le righe”.

E) Laboratorio teatrale (Referente: Anna Maria Pescolloni, esperto esterno: Elena Marrone)


Obiettivo primario del laboratorio teatrale è aiutare i ragazzi ad acquisire sicurezza in loro stessi, parlare in pubblico, imparare a lavorare insieme per uno scopo comune. Lo scopo del laboratorio è quello di acquisire alcune conoscenze di base che, in un secondo momento, permetteranno loro di salire su un palco ed affrontare un testo su cui si è lavorato e si è riflettuto. Pertanto il percorso del laboratorio è diviso in due fasi: una più tecnica, in cui vengono acquisite alcune nozioni di base per la recitazione, e una in cui questi concetti verranno applicati alla preparazione dello spettacolo, che comprende anche una approfondita analisi del testo, dato che non si può recitare un personaggio senza averlo sviscerato e capito profondamente.
 La prima fase del laboratorio ha come scopo l'acquisizione di alcuni concetti di base:dello spazio scenico, training fisico: gestire il proprio corpo - improvvisazione - elementi di impostazione vocale - elementi di dizione - il ritmo e la sua rottura - la pausa e il silenzio - introduzione all'analisi di un testo da recitare.
 Nella seconda fase del laboratorio si allestisce uno spettacolo da mettere in scena. La scelta del testo può essere concordata con gli insegnanti o essere lasciata a discrezione della regista del laboratorio.
 In un primo momento ai ragazzi viene presentata la storia, poi viene letto il copione e decisi i ruoli. Si passa poi all'analisi del testo e dei personaggi che porti i ragazzi a riflettere e reinterpretare il testo attraverso la loro sensibilità ed esperienza e a scoprire che non esiste un modo “giusto” di interpretare una parte, ma un modo proprio, che passa attraverso ogni singolo attore e per ognuno è diverso.'altro insegnamento importantissimo è che ogni attore, non importa quante battute ha da dire, è fondamentale; che uno spettacolo è come una macchina che ha bisogno di tutti i pezzi, anche i più piccoli, per funzionare e tutti devono lavorare insieme per farla muovere alla perfezione.

F) Scambi di classe e School Integration Programme (Referente: Paola Ferri)

Il nostro Liceo, in collaborazione con scuole estere, organizza stage linguistico-culturali e ci si sta avviando ad organizzare scambi di classe.
1.Lo Integration Programme prevede il soggiorno in famiglia o college in città inglesi o francesi e programmi di integrazione in scuole superiori locali in cui gli studenti effettueranno sia lezioni di inglese o francese sia di altre materie (arte, storia, ecc.) insieme ai coetanei del paese ospite. Il progetto offre l'opportunità di effettuare un'importante esperienza formativa durante la quale, oltre a potenziare le competenze linguistiche, gli studenti potranno anche entrare in contatto diretto con la realtà scolastica e culturale del paese ospitante.

I) Progetto Lettorato di lingua inglese e francese (Referent: Laura Crovari e Rita Cardarelli)

Presso il nostro Liceo viene fornita agli studenti delle classi quarte e quinte ginnasiali e prime liceali la possibilità di usufruire di lezioni volte allo sviluppo e potenziamento delle competenze di comprensione e produzione orale in lingua inglese. Le lezioni, della durata di un'ora, saranno tenute durante il normale orario curricolare, da un insegnante madrelingua. I corsi sono mirati a potenziare e sviluppare le competenze orali, fondamentali nella comunicazione linguistica, e potranno migliorare pronuncia, intonazione, e capacità di interagire in modo spontaneo nella lingua straniera, competenze spendibili sia nell'ambito scolastico che, in futuro, nel mondo del lavoro.

L) Progetti NHSMUN (ONU E FAO)(Referente: Laura Crovari)

Il Liceo Classico "Tacito" di Terni aderisce fin dall'anno scolastico 2010/11 al NHSMUN (National High School Model United Nations), progetto  che ha lo scopo di preparare e favorire la partecipazione degli studenti alle simulazioni di sedute delle Nazioni Unite, organizzate da Università di prestigio internazionale, come l'Harvard University, e da enti di formazione accreditati presso l'ONU, nella convinzione del valore educativo e formativo di tale attività.Model United Nations sono simulazioni dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite nei quali gli studenti studiano e approfondiscono i temi oggetto dell'agenda politica internazionale e, indossando i panni di ambasciatori e diplomatici, tengono discorsi, preparano bozze di risoluzione, negoziano con alleati ed avversari, risolvono conflitti, ed imparano a muoversi all'interno delle committee adottando le regole di procedura delle Nazioni Unite. In sintesi, essi mettono in moto le risorse della cooperazione internazionale per risolvere i problemi mondiali.loro percorso formativo gli studenti approfondiscono la conoscenza nel campo delle situazioni internazionali, della  politica, della legge, del diritto, dell'economia, e della diplomazia attraverso il sistema innovativo del learning by doing. Da sottolineare anche il fatto che molte delle lezioni sono state svolte in lingua inglese dal momento che la fase finale del progetto ha carattere internazionale e si svolge nel prestigioso United Nations Headquarters a New York e vi  prendono parte più di tremila studenti provenienti da tutto il mondo, con i quali i nostri ragazzi devono negoziare, stilare documenti e confrontarsi nei commitee. 'anno 2011/12, si è affiancata la partecipazione al primomodelitaliano a svolgersi all'interno della FAO, a Roma, con la diretta collaborazione dell'IMUNA, ente accreditato presso il Dipartimento di Formazione delle Nazioni Unite.

M) Test o croce (Referente: Anna Maria Landini)

Il progetto “Test o croce” si propone di offrire alla comunità scolastica locale un servizio pubblico, aperto a tutti gli studenti delle scuole di Terni e zone limitrofe, di approfondimento, tutoraggio e assistenza nello studio delle discipline (chimica, biologia, matematica, fisica, logica e cultura generale) richieste nelle prove per i corsi di laurea ad accesso programmato.
Mira a favorire lo sviluppo della capacità di individuare e selezionare, all'interno delle risoluzioni proposte nei a risposta multipla, l'unica esatta riconoscendo i “distrattori”, le risposte assurde etc.

N) Progetto Volontariato (Referente: Simona Nobili)

In una scuola come il Liceo Classico, la cui contempla finalità importanti, quali contribuire allo sviluppo integrale della persona dell'alunno e favorire da parte di questi la ricerca e, soprattutto, l'individuazione di un senso che orienti la propria esistenza, non solo in un'ottica individuale, ma anche in rapporto agli altri, non possono non trovare spazio attività ispirate ai più alti valori ascrivibili al noto concetto dell', che, lungi dal rimanere confinato alle pagine di autori illustri della classicità, mostra di poter essere assimilato appieno ed interiorizzato, ovvero vivificato e, data la complessità e la problematicità della società odierna, reso quanto mai attuale e fecondo, in quanto tradotto concretamente in azione. tale prospettiva s'inserisce la convenzione che, ormai da anni, il nostro Liceo stipula, previo parere favorevole del Collegio dei Docenti, con la Direzione Didattica “G. Mazzini” di Terni: una collaborazione fruttuosa, dai profondi risvolti educativi, basata sull'ideale della solidarietà. Una solidarietà, nella fattispecie, interpretata nel senso più nobile del termine, ovvero come atteggiamento operoso e fattivo, rivolto a giovani soggetti in difficoltà, mediante l'assunzione del quale si può crescere, mettendo a frutto molte delle competenze acquisite scolasticamente e facendo ricorso, al contempo, a tutte le risorse umane della propria persona, per arrivare a scoprire, magari, di possedere pure talenti dei quali non si aveva una piena consapevolezza.
 Il Progetto, che vede come protagonisti alunni frequentanti le classi degli ultimi due anni del triennio liceale, prevede, infatti, tre percorsi di volontariato, che si esplicano in altrettanti contesti.
Il primo attiene al CREMS: l'ambito d'intervento riguarda l'aiuto nello svolgimento dei compiti ed il supporto in attività laboratoriali di mediazione linguistica (educazione all'immagine ed alla musica, animazione alla lettura pure interculturale…) a favore di alunni della scuola primaria (soprattutto stranieri, ma anche studenti con disturbi specifici dell'apprendimento). secondo è inerente alla Ludoteca “La freccia azzurra”: le attività organizzate, in nome del “diritto al gioco”, a favore di bambini e ragazzi (talora disabili) bisognosi di attenzioni e controllo pomeridiano rientrano nelle categorie del gioco libero, guidato e strutturato, e dei laboratori teatrali o di altra natura e s'ispirano al principio dell'apprendimento cooperativo.
L'ultimo - ultimo in ordine di menzione, non certo sotto il profilo della rilevanza umana e sociale - è il percorso legato alla Scuola in Ospedale : in questo caso le attività di lettura e di animazione, che si svolgono dietro alla famosa “Porta magica”, intendono dare una risposta ai bisogni espressi dai bambini temporaneamente degenti presso l'Unità di Pediatria dell'Azienda Ospedaliera “S. Maria” di Terni. tre percorsi, inseriti a pieno titolo nel presente Piano dell'Offerta Formativa del Liceo Classico “G. C. Tacito” e riconosciuti ai fini della determinazione del credito formativo degli alunni, sono progettati e messi in atto con grande serietà, in una proficua sinergia con soggetti referenti della Scuola “G. Mazzini” e con il prezioso coordinamento di operatori relativi ai vari settori: gli alunni del liceo, infatti, sono tenuti a frequentare incontri di presentazione ed organizzazione preliminari e sono avviati gradualmente alle attività per le quali hanno offerto con entusiasmo la propria disponibilità.'esperienza vissuta, che si protrae per diversi mesi con cadenza settimanale, secondo un calendario preciso, comporta per gli alunni, in definitiva, non solo un accrescimento del senso di responsabilità ed un notevole arricchimento interiore e valoriale, che scaturisce dall'incontro e dallo scambio fecondo con il patrimonio umano - tanto ricco quanto vario - rappresentato dai giovanissimi destinatari del progetto, ma anche il conseguimento di competenze specifiche sotto la guida di esperti.

O) Progetto AM (Referente: Anna Maria Pescolloni)

Il corso AM è caratterizzato (oltre dall'introduzione, sin dalla classe quarta ginnasio, delle discipline  di Storia dell'arte, Storia della musica e Pratica corale) dallo studio del linguaggio filmico, radiofonico,  televisivo e teatrale,  nonché da una forte impronta multidisciplinare, da un approccio, per così dire, operativo e da un metodo di lavoro induttivo; questo sia nel normale lavoro curricolare, sia nei progetti didattici che vengono realizzati nei primi quattro anni.sezione AM, infatti,  dedica due settimane ogni anno ad un progetto didattico, che vede la collaborazione di tutte o quasi le discipline e  che si conclude con la realizzazione di un prodotto artistico. Tali prodotti sono il frutto di un lungo lavoro teorico e pratico e sono finalizzati alla corretta acquisizione di conoscenze e competenze nei linguaggi filmico, radiofonico, teatrale e televisivo. Nel corso di queste due settimane, l'orario può subire delle variazioni e i ragazzi lavorano anche nel pomeriggio.in quarta Ginnasio i ragazzi approfondiscono lo studio del teatro greco, leggono in traduzione una tragedia e ne realizzano una rappresentazione teatrale, una lettura scenica o un radio-dramma; in quinta ginnasio è prevista la stesura di un soggetto originale, una sceneggiatura, uno story-board e la realizzazione di un prodotto filmico; in prima liceo si lavora al linguaggio televisivo e il progetto si conclude con la sceneggiatura e/o la realizzazione di un format televisivo, in seconda liceo si lavora su un testo teatrale, generalmente antico, che viene riletto, rivisto  e poi rappresentato.

P) Progetto Cinema e Giovani (Referente: Anna Maria Pescolloni)

Tra le attività proposte alla sezione AM, e più specificatamente, alle classi quinta ginnasio, prima e seconda liceo, c'è la partecipazione all'iniziativa Cinema e giovani promossa dal Comune di Terni in collaborazione con la Provincia e l'USP. Tale  Progetto, dedicato agli studenti degli istituti superiori delle scuole di Terni, prevede generalmente tre giorni di attività laboratoriali intensive per consentire la possibilità di un approfondimento del linguaggio cinematografico e quindi degli strumenti di decodifica dell'immagine e si conclude con la visione e la discussione  dei prodotti realizzati. Da qualche anno questo Progetto coinvolge anche alunni provenienti da Istituti superiori di altre regioni; ciò costituisce un arricchimento del Progetto stesso e fornisce un'ulteriore possibilità di dialogo e confronto tra alunni e docenti.

Q) Stage formativi(Referente: Prof. Roberto Gorietti)

Il Liceo Classico “G. C. Tacito” intende proporsi come punto di riferimento, di diffusione e di elaborazione di una cultura fondata sulla civiltà classica ed aperta alle più progredite istanze della civiltà contemporanea; a tal fine utilizza sia le potenzialità interne, sia sinergie con Enti ed Associazioni operanti sul territorio. questa Direzione va l'attività di Stage: tale esperienza interessa le classi seconde liceali ed intende dare una risposta significativa alle esigenze degli studenti, rendendo flessibile il loro curricolo.


R) Progetto Archivio ( Referente: Prof. Giancarlo Bruno)

Il progetto, in collaborazione con l'I.S.S.T.E.S.,  ha come obiettivo quello di dare una formazione di base in archivistica agli alunni aderenti, impegnati in lezioni teorico-pratiche e in attività laboratoriali, che consistono nella riorganizzazione dell'archivio storico del liceo Classico “G.C. Tacito”

S) Progetto “La biblioteca del Tacito” ( Referente: Giancarlo Bruno)

Il progetto ha un duplice  obiettivo: da una parte, quello di riordinare ed aggiornare la ricca biblioteca del Liceo, che contiene libri e periodici di tutte le discipline, importanti collezioni di classici e testi rari di pregiate edizioni; dall'altro quello di dare una formazione di base in biblioteconomia agli alunni aderenti, impegnati in lezioni teorico-pratiche e in attività laboratoriali, attraverso procedure di classificazione, collocazione e schedatura informatica.

T) Progetto “ Martina” (Referente: Dirigente Scolastico)


In collaborazione con il Lions Host di terni, si organizzano giornate di informazione per la prevenzione di malattie tumorali

U)Progetto M.I.A.L.T (Referente: Paola Negroni e Pasquale Astolfi)

L'istituto di istruzione superiore classica e artistica  è scuola capofila del progetto "Rete MIALT" che nasce in relazione alla trasformazione in museo del sito della Fabbrica d'Armi di Terni.progetto hanno aderito scuole medie e superiori della provincia di Terni e l'Associazione Museo Internazionale Armi Leggere di Terni.
La “Rete MIALT” si propone di sensibilizzare i giovani verso i principi della cittadinanza attiva e consapevole contribuendo  alla conoscenza del proprio territorio e delle potenzialità di offerta ad esso legate. Il progetto diventa, così, strumento per lo sviluppo di identità e di valori che aiuta a costruire capacità e conoscenze utili per sentirsi coinvolti, competenti e consapevoli rispetto a temi scientifici e tecnologici che hanno contribuito allo sviluppo della società moderna.

V) “ PARLARE DI GUERRA…COSTRUIRE LA PACE” ( Referente: Annarita Bregliozzi)

Ciclo di conferenze, in collaborazione con l'AICC - Terni, pensate in occasione delle commemorazioni per il centenario del Primo conflitto mondiale, in cui offrire uno sguardo “altro” sul conflitto, quello dei Classici. L'obbiettivo è cercare di capire cosa muove quello che Hillman definisce un “terribile amore per la guerra” attraverso il dialogo di esperti di formazione diversa - docenti di formazione classica e moderna, filologi e archeologi, storici dell'arte ed italianisti, insieme a studiosi di storia antica e contemporanea- su questioni antropologicamente “forti”, capaci di illuminare le radici della conflittualità insita nel cuore dell'uomo, nelle sue sfumature affascinanti e contraddittorie. A conclusione delle Conferenze si proporrà agli alunni la partecipazione al concorso “ Vite parallele: personaggi a confronto”, organizzato dall'AiCC con il  contributo della Fondazione CARIT di Terni.

Z) Anticorruzione( Referente: Loretta Calabrini)

La scuola partecipa inoltre a progetti di Educazione alla Cittadinanza attiva e alla Legalità come il Anticorruzione:
Il progetto, promosso dal Comune di Terni, vuole  coinvolgere i giovani studenti in un  percorso volto a creare e/o rafforzare un clima culturale ostile alla illegalità, con funzioni, quindi, preventive, come previsto dalla Legge 190/2012 e formalizzato con accordo Interistituzionale sottoscritto dal Comune di Terni e dai Dirigenti Scolastici delle scuole secondarie superiori della città. Nel dettaglio l'iniziativa si prefigge di:
. coinvolgere gli studenti in attività formative/informative non meramente passive;
. arricchirele conoscenze dei giovani in relazione alle attività dell'Ente Comunale;
. Valorizzare le energie, i valori e le caratteristiche di cui i giovani sono detentori per ripensare i meccanismi dell'attività pubblica e rilevarne le degenerazioni.

Incontri con gli autori


Vengono organizzati e realizzati incontri con autori di romanzi(Simonetta Ricci, , un soldato della Prima guerra mondiale) e di saggi ( Venanzio Nocchi, Sul materialismo debole), a cura del Dirigente Scolastico e/o di docenti di Storia e Filosofia e di Lettere.

   Scarica il Progetto Ampliamento dell'Offerta Formativa



 
 
V.le Antonio Fratti 12,05100 TERNI - Tel.0744.401273, Fax 0744.407699 - Codice Fiscale: 91066510552
E-mail: tris011005@istruzione.it - PEC tris011005@pec.istruzione.it - CM TRPC01101C
Torna ai contenuti | Torna al menu